Autogrill Villoresi Est

colonnina ricarica rapida villoresi est

La prima “colonnina” a ricarica rapida in autostrada.

Se fino ad oggi l’auto elettrica veniva considerata una seconda auto da città, ora chi ne guida una può cominciare a pianificare viaggi fuori porta.
Presso l’Autogrill Villoresi Est, sull’autostrada A8, è stata presentata l’11 giugno ed è già operativa la prima “colonnina” di ricarica rapida per veicoli elettrici in rete autostradale, che permette la ricarica di un veicolo in 25 minuti, il tempo medio di una sosta in Autogrill.
Il progetto è stato sviluppato da Loginet e Fondazione eV-Now! in partnership con Autogrill e Nissan.

Si tratta di un tassello che si inserisce in un progetto particolarmente innovativo, che ha reso l’Autogrill Villoresi Est uno store diverso da ciò che conosciamo: dall’offerta gastronomica alla possibilità di usufruire gratuitamente di tablet con connessione ad internet e di aree in cui riposare e ricaricare i propri device, all’interno di un layout accessibile a tutti, fno alla grande attenzione all’ecologia con l’utilizzo di tecnologie di autoproduzione energetica (pannelli fotovoltaici, geaotermia, luci a Led, riciclo delle acque).
Proprio dall’Autogrill Villoresi Est ha preso il via eV-Trotter!, un circuito internazionale voluto e implementato dalla Fondazione eV-Now! che grazie ad un’App per Smartphone permette di ricaricare la propria auto senza dover aspettare l’attivazione di abbonamenti o tessere, contratti o burocrazie.

La “Colonnina”. Informazioni tecniche:

La colonnina di ricarica installata presso l’Autogrill Villoresi Est è stata selezionata da eV-Now! in partnership con LOGINET, progettata e creata da Nissan con l’obiettivo di fornire a chi guida una Nissan Leaf, una ricarica ultrarapida in corrente continua (protocollo ChaDeMo), supportato anche da auto come CZero, Ion e iMiev, ma anche dalla modernissima ammiraglia elettrica Model S della californiana TeslaMotors.
L’offerta è stata completata da eV-Now! e LOGINET implementando gli standard di ricarica attualmente più utilizzati, in grado di soddisfare le esigenze di carica rapida e lenta (j1772 mono e trifase fino a 43kWh e ChaDeMo in continua a 400Volts da 50kWh) dei proprietari di auto elettriche ad autonomia estesa come Opel Ampera, passando per le ibride PlugIn, fino ad arrivare alla modernissima Renault Zoe, anticipando di fatto quelle che sono state le linee guida della comunità europea in materia di standard di ricarica.